19

Una nuova classificazione per il biossido di titanio?

Alcuni mesi fa la Francia ha sottoposto all’ECHA la proposta per una nuova classificazione armonizzata del Biossido di Titanio (CAS 13463-67-7). Tale proposta prevede la classificazione della sostanza come Carc. 1B, H350i (può provocare il cancro se inalato).

Il biossido di titanio (TiO2) non  risulta al momento presente nell’allegato VI del CLP. E’ un pigmento e un agente opacizzante largamente utilizzato per le sue proprietà, tra le quali si ricordano la resistenza agli attacchi chimici, la stabilità termica, la resistenza alla degradazione UV e il potenziale di fotocatalisi.

Di seguito si riportano alcuni ambienti professionali dove tale pigmento viene incluso: pitture, vernici, inchiostri, rivestimenti, plastiche, gomme, carte, intonaci, adesivi, tessuti, vetro, ceramica, componenti elettronici, catalizzatori, rivestimenti per pavimenti, granuli di copertura, additivi alimentari (E 171), prodotti farmaceutici, cosmetici, impronte dentali, etc.

Quali implicazioni può portare un’eventuale nuova classificazione del biossido di titanio?

avatar
Consulente e formatore sul trasporto di merci pericolose secondo il regolamento ADR.
Consulente sul regolamento CLP e le Schede di Sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *